Si è parlato di storia, oggi a Radio Catalan. Gli ospiti, Giuliana Ceravola e Antonio Budruni, sono stati gli artefici o meglio abili interlocutori, nel parlare di questo importante argomento. La prima, in qualità di Presidente dell’Associazione Vetera Et Nova, il secondo, appassionato studioso e Ricercatore di storia. Di quella storia, sepolta negli archivi, che aspetta da secoli quasi in attesa, che abili mani come quelle di Antonio Budruni, porti alla luce. Sapientemente, con il giusto piglio, Professor Budruni, forte della sua voglia di conoscere, riesce, non senza difficolta, a scoprire e rispolverare documenti, atti o qual si voglia scrittura, recuperarle, e riportarle a noi. Si tratta della storia della sua Città Alghero. Della popolazione algherese. Di tutto ciò che ad Alghero è successo in un lontano passato. È questo Antonio Budruni. Un personaggio, che ama la sua Città. La sua Gente. Non solo, amplia le sue conoscenze, per poi darle a conoscere al prossimo. Il personaggio in argomento, durante la sua esposizione, ai microfoni di Radio Catalan, non ha mancato di evidenziare la sua passione, che lo vede sempre più, impegnato alla ricerca e alla divulgazione, di questa materia che lui da sempre ama. La Presidente di Vetera Et Nova, Giuliana Ceravola, ha spiegato la vocazione dell’Associazione, che è quella di valorizzare le radici storiche e culturali della nostra Città. Ha tenuto pure a evidenziare la diversità della propria Associazione rispetto ad altre presenti ad Alghero. Soltanto chi ricorda un passato, può costruire il futuro. E oggi, ha concluso la Ceravola, con la terza ed ultima conferenza da noi promossa, e per la quale il Professore Antonio Budruni, ha sostenuto gli incontri con la gente, si conclude il ciclo di tre serate in cui si è parlato de: “La Storia della Popolazione di Alghero dalla fondazione della città sarda a oggi”

Condividi: