Da sempre appartenuto al mondo del calcio. Si è distinto prima come giocatore e poi come allenatore. Non ha mai trascurando il ruolo dirigenziale. Ha svolto compiti manageriali in ambito della Polisportiva Alghero. In possesso di vari patentini, che lo contraddistingue da semplice appassionato di pallone, ad un vero e proprio General Manager del calcio locale. In poche parole oggi massimo dirigente di una importante entità calcistica, stiamo parlando di Alessandro Merella Presidente della Società Sportiva Nettuno di Alghero. A Radio Catalan, Merella, ha sviluppato e messo in campo le varie e molteplici problematiche, con la quale una società di calcio deve convivere, e per la quale, una sana dirigenza, fa la differenza, e crea quei presupposti, che garantiscono affidabilità e continuità per una giusta crescita, non soltanto sportiva, ma anche morale. Alessandro Merella, si è soffermato più volte nel mettere in risalto, la qualità e la specializzazione di figure tecnico – dirigenziali, che accompagnano il percorso dei propri tesserati,   dalla preparazione, alla partecipazione nei vari campionati dove essi militano. Il massimo esponente della SSD Nettuno, non ha mancato di menzionare, il lavoro dei numerosi dirigenti e dei familiari, che in un modo o nell’altro supportano la Società, che nel proprio organico annovera circa centosettanta tesserati, e oltre una quarantina di dirigenti. Non ha mancato di evidenziare la collaborazione con L’Atletico Uri, Società che milita nel Campionato di Eccellenza Regionale, e per la quale ha espresso parole di elogio alla Dirigenza Urese.

Condividi: