Le politiche sociali, occupano sicuramente in un comune come Alghero, uno dei primi posti nella politica attiva. Il sociale, visto come un modo, per affrontare le innumerevoli problematiche, in un  settore della vita collettiva, di una comunità. Chi è preposto, e segue tali politiche, si confronta quotidianamente con la realtà. L‘attenzione che viene posta a queste problematiche, deve essere sempre attiva e solerte. Le Istituzioni locali, nella stragrande maggioranza dei casi, sono chiamate sempre più di frequente, a politiche economiche, in settori d’interesse. Vedi il lavoro giovanile, gli anziani, il mondo infantile. Le famiglie che molto spesso, soffrono di disaggi, per la quale l’Amministrazione è chiamata a dare non soltanto risposte, ma in maniera importante ad intervenire con sussidi per fronteggiare momenti di criticità esistenziali. Non solo di questo si è parlato, con l’Assessora del comune di Alghero Maria Grazia Salari, intervenuta oggi a Radio Catalan. La Salari, Assessora con delega alle politiche sulla qualità della vita, alla pubblica istruzione e allo sport, nel corso del suo intervento a voluto parlare dei tanti temi che i suoi incarichi le riservano. In modo particolare ha evidenziato, il problema degli anziani, a detta sua, farli rientrare nella casa di viale della Resistenza. Certamente non saranno tempi brevi, i finanziamenti, perché l’opera venga recuperata, e adattata agli standard in materia di fruibilità e sicurezza ci sono. Progettualità nel mondo della scuola, si stanno gettando le basi perché la collaborazione con i dirigenti scolastici sia massima. Gli scuolabus, altro elemento che dovrà essere incrementato e per la quale l’Amministrazione risulta essere attenta a favore dell’ agro e delle borgate. Si è parlato di buoni pasto, di asili nido e tanto altro. Si è parlato di sport. Soprattutto delle società locali di campi da gioco e di palestre, sottolineando quanto il suo assessorato in materia di sport sia attento a perseguire politiche a favore delle stesse società locali. Ha anche voluto diffondere un richiamo alla collaborazione delle stesse società, affinché trovino il modo migliore per la condivisione degli impianti a loro assegnati.

Michele Serra

Condividi: